Semi liberi

Il seme è il fondamento della vita, dell’agricoltura, del cibo

Dopo anni di recupero della biodiversità agricola, sopratutto nel Bellunese, nel resto del Veneto e nel Trentino, abbiamo ritrovato un enorme patrimonio, che era considerato ormai perduto.
Chi avrebbe mai pensato che sono in maggior parte piccoli orticoltori che salvano per motivi di tradizione e passione la biodiversità nei loro orti.
Un seme non è un oggetto. Il seme è vita!
Se non viene messo in terra, già dopo pochi anni potrebbe non germinare più e con lui potrebbe morire per sempre una  varietà coltivata da secoli.

Possiamo solo ringraziare i custodi di ieri e i custodi di oggi per il loro lavoro prezioso!
Ringraziamo sopratutto i coltivatori bellunesi per la loro passione di polenta e fagioli!

Sono oltre quaranta varietà di fagioli
decine di varietà di
mais da polenta
zucche da gnocchi
frumenti antichi, tipi di orzo, segale e farro dell’arco alpino
pomodori
peperoni
lattughe
cavoli
ortaggi e fiori

che vengono anno per anno seminate e conservate dai custodi di Coltivare Condividendo!